Save The Internet: il questionario tradotto.

16 Giu 2016 | News

Nel mese di giugno 2016 si terrà la consultazione ufficiale del BEREC, l’Organismo dei regolatori europei delle comunicazioni elettroniche, per preparare le linee-guida di orientamento alla neutralità della rete. Tali linee-guida, che devono essere redatte entro la fine di agosto 2016 sulla base del Regolamento Europeo, sono incentrate principalmente su tre punti:

Save the internet - Roadmap europea sulla neutralità della rete

IN BREVE

I servizi specializzati sono dei servizi internet che, per loro natura, necessitano di una qualità di connessione superiore. Questa necessità deve essere reale e verificata dall’Autorità Nazionale di Regolamentazione delle Telecomunicazioni. In caso contrario si incorrerebbe nel rischio di creare delle corsie preferenziali a pagamento per le grosse aziende di Internet, spingendo la concorrenza nella corsia lenta.

Il Traffic Management è la gestione del traffico dati che permette ai providers di dare priorità a determinate comunicazioni e rallentarne altre. Secondo il Regolamento, questa pratica è ammessa se è ragionevole, trasparente, non discriminatoria e proporzionata. La gestione del traffico deve essere temporanea e dunque non una normale parte della configurazione di rete.

Lo Zero Rating, noto anche come discriminazione in positivo, è la pratica per cui una parte del traffico verso alcuni siti o applicazioni non viene caricato in bolletta. Quello che si chiede attraverso Save The Internet è di ripudiare questa pratica per agevolare la libera scelta dei contenuti da parte dei fruitori della rete.

SAVE THE INTERNET

Per cercare di difendere la libertà di accesso alle telecomunicazioni da parte di tutti i fruitori di internet, l’organizzazione Save The Internet si è mobilitata per far sapere ai legislatori dei 28 Stati Ue come la pensa il popolo della rete.

Quello che si può fare per aderire è comunicare la propria opinione sulla neutralità della rete agli enti di regolamentazione. Save The Internet offre la possibilità di generare una lettera indirizzata al BEREC rispondendo ad un questionario che abbiamo tradotto per voi. Sono già numerosi i Paesi che hanno aderito riscuotendo successo, adesso tocca a noi.

Per tutte le informazioni sull’organizzazione e sulla imminente consultazione potete visitare il sito di Save The Internet (savetheinternet.eu).

IL QUESTIONARIO TRADOTTO

Di seguito riportiamo le domande che vi verranno poste sul sito Save The Internet tradotte in italiano, in modo da darvi un piccolo aiuto per la compilazione.

  1. Lo Zero Rating [Lo Zero Rating è una pratica commerciale in cui i dati scaricati da determinate applicazioni o servizi non viene conteggiati nel limite di download mensile. Lo Zero Rating tratta servizi diversi in modi diversi, offrendone alcuni ad un prezzo ed alcuni ad un altro. Anche se tecnicamente diverso dalle classiche violazioni della neutralità della rete, è identico nella pratica, in quanto consente al fornitore di accesso ad Internet di poter influenzare quali applicazioni e servizi impiegare e quali no.] influenza le mie decisioni online e mi porta a discriminare tra servizi e applicazioni online. Sei d’accordo?
  2. L’Europa necessita di regole per la neutralità della rete [La neutralità della rete è il principio in base al quale gli Internet providers trasportano dati, senza discriminazione sulla base di origine, destinazione o tipo di dati. Ciò significa che la neutralità della rete vieta agli operatori di bloccare o degradare contenuti, applicazioni o servizi.] che assicurino l’innovazione e la competizione online. Sei d’accordo?
  3. I servizi specializzati [Per servizi specializzati si intende qualsiasi servizio fornito attraverso Internet a cui venga data ulteriore qualità da parte del provider. Ai sensi del regolamento, questa ottimizzazione deve essere oggettivamente necessaria per il servizio telematico a cui si accede e non semplicemente dare la priorità al servizio. Il fornitore di accesso deve anche assicurarsi che ci sia una capacità sufficiente in modo che la qualità dell’accesso ad Internet non venga compromessa. Tale necessità deve essere verificata dall’Autorità Nazionale di Regolamentazione delle Telecomunicazioni. In breve, un “servizio specializzato” non può essere una discriminante per accedere ad una “corsia di sorpasso.] non dovrebbero rallentare il regolare servizio internet degli utenti. Sei d’accordo?
  4. Permettere agli Internet Providers le corsie preferenziali [Una corsia di sorpasso permette ad alcune aziende di offrire una migliore connessione al proprio pubblico. La compagnia di telecomunicazioni può decidere a chi offire queste corsie veloci, ed a quale prezzo.] a pagamento motiverebbe gli stessi a rallentare il resto della rete.
  5. C’è qualcos’altro a proposito della neutralità della rete che per te è importante e che desideri dire?
    (Storie e commenti personali sono molto utili.)
  6. Internet deve trattare tutto il traffico in maniera equa laddove possibile; permettere agli Internet Providers di “strozzare” o rendere prioritarie alcune classi di servizi [La gestione basata sulle classi che distingue tra categorie di applicazioni. Un esempio ben noto di questo è la limitazione del traffico di condivisione di file peer-to-peer in risposta alla congestione della rete.] avrebbe conseguenze negative sulla libertà di Internet. Sei d’accordo?

CERCA NEL SITO

Categorie

ARTICOLI RECENTI

COMMENTI

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *